Ultima modifica: 30 marzo 2017
Liceo "Carolina Poerio" > Attività Liceo Linguistico > MIC MOBILITA’ INDIVIDUALE CANADA ha dato al Liceo Poerio un respiro internazionale

MIC MOBILITA’ INDIVIDUALE CANADA ha dato al Liceo Poerio un respiro internazionale

Ecco alcune immagini e commenti dei nostri  studenti.

CACCAVO ALESSANDRA IVE Linguistico

Ho frequentato il liceo cattolico Holy Names. Il dirigente scolastico ogni mattina annuncia al microfono il buongiorno, legge il vangelo e comunica le attività previste per la giornata. Poi si ascolta l’inno nazionale e tutti in silenzio. Gli studenti canadesi sono molto precisi  nel rispetto delle regole scolastiche e nei confronti dell’edificio. Tutti indossano la divisa e per le assenze sono molto rigidi, e’ infatti il genitore a dover annunciare l’assenza del figlio almeno mezz’ora prima dell’inizio delle lezioni. Le lezioni più belle sono state in biologia, sistema respiratorio, organi veri in ‘carne ed ossa’ che per un’appassionata di medicina di soli 17 anni sono state il massimo. Ho potuto praticare il mio sport preferito, basketball, facendo parte della squadra dei Knights.

DI GIOVANNI MARIA PIA IVC Linguistico

Studiare all’estero e’ sempre stato un passo a cui pensavo e volevo realizzare. Ho scelto il Canada  e mi sono innamorata della cultura e della gentilezza dei canadesi.
La scuola ha occupato una grande parte del mio tempo e della  mia formazione. Ho frequentato una scuola cattolica Sainte Anne High School nella cittadina di Windsor.  Il liceo che ho frequentato e’ famoso per un’immersione nella lingua francese, programmi di arte e tecnologia molto avanzati e un famoso dipartimento umanistico.
Nelle scuole canadesi, ogni mattina gli studenti e I professori, prima dell’inizio delle lezioni, si alzano in piedi e rivolti verso la bandiera canadese presente in ogni classe, ascoltano l’inno. Trovo questa tradizione molto importante e mi piacerebbe farlo anche in nella mia scuola……..

 

RICUCCI LUCIA IVA Linguistico

Decido di partire, partire per il Canada…a Windsor. Frequentare una scuola canadese per un intero semestre. Nuovi compagni, nuovi insegnanti, nuova vita! Ho frequentato la Catholic Central High School dove ho seguito lezioni di English, French, Maths and Chemistry. Il mio inserimento non è stato difficile, sono stata accolta con grande ospitalità. Le spiegazioni delle lezioni sono simili a quelle italiani ma non ci sono interrogazioni orali. Ci sono invece presentazioni singole o di gruppo. Gli studenti espongono gli argomenti trattati con presentazioni alla classe. Gli studenti canadesi gestiscono molto bene il loro tempo tra scuola e lavoro, infatti quasi tutti hanno un lavoro part-time. Anche io ho fatto un’esperienza di lavoro offrendomi come babysitter a delle famiglie del mio neighbourhood.

Viaggiare, conoscere, imparare, mettersi alla prova, e alla fine tornare per esprimere le proprie capacità e competenze.

RUSSO DAVIDE IVE Linguistico

Nell’esperienza in Canada, ho frequentato la scuola superiore “Assumption College High School”, questa scuola è una delle più antiche nella città di Windsor. L’Assumption offre un “IB Diploma Program” per 650 studenti che la frequentano e che la scelgono per la sua fama. La scuola è costituita da tanti spazi come la palestra che è l’ambiente più grande, al suo interno infatti si tengono convegni, riunioni, messe e concerti. Dal punto di vista didattico, si utilizzano poco i libri di testo, favorendo l’utilizzo dei mezzi multimediali. Un’attività che mi ha visto come protagonista è stata l’esibizione al pianoforte nell’ultima settimana di permanenza presso L’Assumption, organizzata dal Maestro di musica, che, contattando il docente titolare del dipartimento di musica dell’università di Windsor, ha messo a disposizione l’auditorium per il recital. È stato molto emozionante suonare in Canada, davanti l’intera comunità scolastica ed universitaria. Prima di partire verso l’Italia ho ringraziato tutti i docenti, gli amici, lo staff per la loro disponibilità, l’amicizia e la stima coltivata a vicenda, tutto questo tradotto in una frase pronunciata innanzi la comunità: “that God blesses Assumption” -che Dio benedica L’Assumption.