Ultima modifica: 22 marzo 2018
Liceo "Carolina Poerio" > Avvisi > SE A DIALOGARE SONO LE ISTITUZIONI

SE A DIALOGARE SONO LE ISTITUZIONI

“Uniti per la legalita’” è in sintesi lo slogan con cui da mesi Foggia si prepara a vivere il 21 marzo, giornata nazionale della memoria per ricordare il prezzo pagato, in termini di vite umane, dalle donne e dagli uomini per bene del nostro Paese alla mafia, mostro divoratore di risorse incalcolabili, oltre che delle possibilità di futuro per le nuove generazioni.
La commemorazione di Francesco Marcone , direttore dell’Uffico del Registro della nostra Città, ucciso da mano criminale 23 anni or sono, rientra nel programma di eventi con cui l’Associazione Libera ,sotto la guida illuminata e carismatica di don L. Ciotti, quest’anno è scesa in campo in terra di Capitanata per testimoniare come sia possibile dar luogo ad una “rete sociale di qualità ” con cui contrastare il “silenzio”, male diffuso e carsico che l’avvelena nel profondo.
La cerimonia, solenne e suggestiva, svoltasi il 16 marzo in Piazza della Legalità intorno alla stele dedicata a Francesco Marcone, onesto e fedele servitore dello Stato, ha rappresentato il frutto di un virtuoso lavoro di contaminazione e ibridazione tra differenti culture istituzionali .
Un miracolo della comunicazione ha infatti permesso che fossero sul posto, ad esprimere il potente messaggio di protesta contro illegalita’ e violenza, varie delegazioni in rappresentanza delle Istituzioni, locali e nazionali, e della società civile.
Tra queste, il Liceo C. Poerio che, presente con l’indirizzo LES, prossimo partner dell’Agenzia delle Entrate in attività di ASL, e con il Liceo Musicale, coinvolto per accompagnare l’evento, ha testimoniato la propria ricerca costante di linguaggi e risposte alle sfide locali / globali della contemporaneità.
Il gruppo di studenti del Liceo Musicale, egregiamente diretto dal Prof. Lentini, ha attraversato l’evento con l’esecuzione, tra gli altri, dell”inno di Mameli e di un medley di brani di E. Morricone, cogliendo le tante sfumature con cui si declinano i vissuti di una Comunita’ e risvegliando in essa quel senso di appartenenza e quel sentimento di speranza che le consentiranno ancora di rinascere dalle proprie ceneri.

prof.ssa

Maria L. Foffa

VIDEO | Foggia ricorda Francesco Marcone, l’integerrimo direttore ucciso dalla mafia 23 anni fa @