Ultima modifica: 23 febbraio 2016
Liceo "Carolina Poerio" > Avvisi > Treno della Memoria 2016

Treno della Memoria 2016

L’associazione Terra del Fuoco- Mediterranea, in occasione della Giornata della Memoria,propone al territorio pugliese l’iniziativa “Treno della Memoria”, un viaggio nella Storia e nella Memoria, realizzato attraverso la scoperta dei luoghi e delle storie delle persone che hanno vissuto il periodo della Seconda Guerra Mondiale. Tale iniziativa , per gli obiettivi che si prefigge, ha il riconoscimento dell’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, il patrocinio del Parlamento Europeo e quello del Ministero per le politiche giovanili. Il Treno partirà giorno 8 febbraio da Bari ed avrà come destinazione finale Cracovia, con visita dell’ ex- ghetto ebraico e quella dei campi di concentramento e di sterminio di Auschwitz- Birkenau. La nostra scuola è uno degli istituti della Puglia selezionati per la partecipazione ed a cui aderisce con una delegazione composta da 5 alunni delle classi quinte del Liceo linguistico e da un docente accompagnatore.
Il viaggio si configura come un’esperienza molto forte, che coinvolge i giovani offrendo loro la possibilità di confrontarsi ed approfondire le tematiche storiche e sociali di quegli anni , ma soprattutto l’opportunità di entrare con gli occhi e con il cuore nei “luoghi” di questa storia così da poter custodire il passato e ottenere la forza per realizzare un mondo dove non ci sia più spazio per sopraffazioni, pregiudizi ,ideologie, fanatismi dove prevalga il valore alto della persona umana. Così scrive E

tty Hillesum nel suo Diario “ ho provato a guardare in faccia il dolore dell’umanità, coraggiosamente e onestamente, ho affrontato questo dolore o piuttosto lo ha fatto qualcosa in me stessa,… ora posso andare avanti di nuovo … mi sento come un piccolo campo di battaglia su cui si combattono i problemi, o almeno alcuni problemi del nostro tempo.” Etty ci ricorda che per ospitare la storia dell’umanità non basta semplicemente aprire la porta, ma bisogna farla propria , andando oltre la superficialità e l’apparenza, bisogna fare spazio nella nostra vita per poter accogliere chiunque varchi la soglia di un umano abbraccio. … Curiosità, desiderio , paura, emozione, tenerezza, commozione …. Sono i sentimenti che agitano i nostri ragazzi nei giorni che precedono la partenza, sarà sicuramente una esperienza bella, unica, da condividere. Idealmente porteremo tutta la scuola con noi durante il viaggio, i volti amici e quelli più lontani ,ripercorreremo il viaggio di coloro che non sono più tornati ma che rivivranno nelle nostre voci e nei nostri occhi e … al ritorno diremo come Etty “E, là dove si è, esserci al cento per cento. Il mio fare consisterà nell’essere”.
Il referente del progetto
Prof.ssa Maria Carmela D’Apollo